Il Natale è tradizionalmente la festa della famiglia e dello stare insieme, del dedicare tempo alle persone che si amano. E la cucina è proprio il posto ideale per mostrare tutto il nostro affetto nella creazione di qualcosa di buono.

Oggi parliamo dei tipici prodotti natalizi che sulle nostre tavole non mancano mai e aggiornarvi sulle ultime tendenze riguardanti il food.

In Lombardia il panettone fa da protagonista, la leggenda racconta che questo dolce sia nato casualmente, senza la ricerca di una ricetta elaborata o di ingredienti particolari; sembra che il garzone di un fornaio, per rendere il pane più sostanzioso visto il freddo invernale e la scarsità di cibo, decise di arricchirlo aggiungendo uova, burro e frutta candita.

 

Il pandoro soffice, dolcissimo e goloso, è il dolce simbolo indiscusso del Natale insieme al panettone. Questo dolce è nato a Verona , quando il pasticcere Domenico Melegatti ottenne da parte del Ministero di Agricoltura e Commercio del Regno d’Italia il brevetto per un dolce natalizio. Per realizzare la sua ricetta, il pasticcere prese ispirazione della tradizione veronese. Nei villaggi che si trovano in queste zone, le donne cucinavano il Levà, un dolce lievitato, ricoperto di mandorle e zucchero. Melegatti utilizzò la stessa ricetta, aggiungendo uova e burro, ma eliminò la copertura , per rendere l’impasto molto soffice e morbido. 

Panettone e pandoro faranno ovviamente da padroni anche quest’anno sulle nostre tavole, ma si arricchiranno con creme, farciture e glasse particolari, realizzate artigianalmente con materie prime di qualità e con ingredienti regionali e ricercati. I packaging quest’anno ci faranno sognare, sempre più ricercati ed eleganti, incartati a mano. 

Il torrone è un altro dolce natalizio per eccellenza, quest’anno si presenterà con nuovi gusti e nuovi formati. L’origine di questa specialità è mediorientale, gli arabi l’hanno diffuso in tutta l’area mediterranea. In Italia la città di  Cremona è il quartier generale delle principali aziende produttrici d torrone. Quest’anno si presenterà sulle nostre tavole in diversi formati, dalle stecche ai blocchi, dai pani alle torte fino ad arrivare ai torroncini e alle girelle.

Farcito con mandorle, nocciole, noci, pistacchi, ricoperto da due sottili veli di ostia, da un goloso guscio di cioccolato o decorato con bacche, frutta essiccata, questo dolce ci farà scoprire sapori nuovi e creativi. 

E sulle vostre tavole che dolce natalizio non può mancare? 

 

 

Seguici anche su Facebook e Instagram per rimanere sempre aggiornati!

 

 

Martina Sangaletti.

Credits: -supereva- -blogrigato-

Photo credits: Pinterest 

 

Carrello